Territorio: la Toscana, Crete Senesi

Procedendo a sud di Siena si apre un affascinante scenario che si esprime con le forme scolpite di un mare d’argilla che muta con le stagioni.
Le Crete Senesi, frutto dell’erosione praticata dalle acque sui sedimenti argillosi e sabbiosi, ci portano come in un’atmosfera ‘lunare’ dove sorgono vari centri di origine medievale: Asciano, Buonconvento, Monteroni d’Arbia, Rapolano Terme, San Giovanni d’Asso e Trequanda; paesi circondati da meravigliosi scenari naturali punteggiati da maestose case coloniche con i rispettivi fienili rustici, pievi e piccoli borghi.
La composizione argillosa di questo suggestivo territorio è dovuto alla sua antica natura di bacino marino che, grazie all’azione del tempo e degli agenti atmosferici, si è trasformato in un alternarsi di calanchi (solchi prodotti dall'erosione dell'acqua nei terreni argillosi o marnosi) e biancane (affioramenti argillosi e marnoso-argillosi del pliocene, spogli di vegetazione, di colore biancastro).

La zona si presenta pressoché spoglia di vegetazione e inospitale, tant’è che fin dal Medioevo era conosciuta con il nome di Deserto di Accona. Tuttavia, grazie all’intervento dell’uomo, che si è insediato in pittoresche porzioni di borghi, buona parte di questo territorio collinare è stato bonificato e adattato principalmente alla coltivazione di grano e girasoli.
In contrasto con le aride Crete, la vicina Val d’Orcia offre una varietà di paesaggi più dolci grazie a un susseguirsi di colline ornate di cipressi; un autentico scrigno di natura, paesaggi e centri storici come Pienza e Montalcino.